Perchè dobbiamo evitare il Multitasking come la peste

lavorare in multitasking


Con l’avvento delle nuove tecnologie (computer, tablet, smartphone etc) ci hanno convinto che avremmo potuto essere più produttivi in quanto avremmo potuto lavorare in multitasking.

Intanto cosa significa lavorare in multitasking? Significa eseguire più compiti e attività nello stesso momento.

Lavorare in multitasking ci fa credere di essere più produttivi ma non è affatto cosi! Il motivo è che il nostro cervello deve essere orientato verso una specifica attività alla volta dove viene coinvolta una sola area cerebrale specifica.

Ad esempio se leggiamo un libro ed ascoltiamo un audio tutorial parlato oppure guardiamo in contemporanea la televisione, non saremo in grado di concentrarci sulla lettura del libro in quanto l’area cerebrale coinvolta sarà sempre la stessa, ovvero quella del linguaggio.

Se leggiamo un libro ed ascoltiamo musica strumentale, invece, non ci saranno problemi poichè le aree del cervello coinvolte saranno differenti e non interferiranno l’una con l’altra.

In sostanza, il nostro cervello non può elaborare più di una cosa alla volta, se fa parte della stessa categoria.

Da quanto emerge da una ricerca dell’American Psychological Association non è così facile passare da un’attività all’altra e si finisce per perdere fino al 40% del nostro tempo, in relazione alla complessità delle attività che dobbiamo eseguire.

Quando passiamo da un’attività all’altra il nostro cervello deve ricalibrarsi e nel farlo ci sottrae energie, tempo ma soprattutto concentrazione.

Lavorando in multitasking finiamo per inficiare la qualità del nostro lavoro.

Secondo uno studio della Stanford University, inoltre, chi ritiene di essere una persona esperta nel multitasking finisce per fare molti errori, ricordare meno dettagli e perdere più tempo.

Non è da sottovalutare anche l’aspetto relazionale: a chiunque di noi sarà capitato di parlare con una persona che al contempo tiene in mano il cellulare e ne controlla i messaggi ricevuti dandoci l’impressione di non dedicarci la giusta attenzione…è così in effetti!

Quindi, il segreto per essere più produttivi è semplicemnte quello di dedicare una porzione di tempo a ciascuna attività che sia: rispondere alle email, comunicare con i colleghi, pianificare un lavoro etc.

Chi lavora in autonomia, da remoto, magari in un’azienda liquida avrà di certo sperimentato la differenza tra lavorare di giorno e lavorare la sera. Spesso queste persone tendono a lavorare in orari serali (o notturni) in quanto meno soggetti a distrazioni. La sera o la notte difficilmente riceviamo email, dobbiamo rispondere a telefonate o relazionarci con altre persone/colleghi di lavoro. 

Ciò permette di aumentare in modo esponenziale la nostra produttività!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *