Leadership: come guadagnare la fiducia dei propri dipendenti in 6 mosse

Leadership


Essere un buon leader è il primo passo da compiere per creare un ambiente di lavoro sano, stimolante e che favorisca la crescita aziendale. Ecco allora 6 suggerimenti per raggiungere questi obiettivi.

Ci sono molti fattori che influenzano il successo di un’azienda, uno fra questi è sicuramente il comportamento intrapreso da un capo nei confronti dei suoi collaboratori. Ma come deve essere un buon dirigente? Senza dubbio sarà essenziale generare un clima di fiducia, un ambiente confortevole e una comunicazione aperta. Se vuoi saperne di più sull’argomento non ti resta che leggere i paragrafi successivi.

1. Promuovi l’ascolto attivo

Assumere il classico atteggiamento da “so tutto io” è quasi sempre controproducente per la crescita e lo sviluppo di un’azienda. Il primo passo da compiere dunque, sarà quello di entrare in empatia con i collaboratori, mettendo sul tappeto le tue idee ma allo stesso tempo, dando ascolto a quelle degli altri.

2. Assumi un atteggiamento disponibile

Per un lavoratore avere paura del proprio capo è un qualcosa che a lungo andare crea frustrazione, angoscia e disagio lavorativo. E’ per questo che un leader deve sempre mirare a essere cortese e a mantenere la porta aperta con i suoi dipendenti. Sappi oltretutto che urlare, sbraitare, pretendere e ancora … voler avere sempre ragione, è uno dei modi più veloci per perdere la fiducia del proprio team.

3. Non chiedere qualcosa che tu stesso non faresti

Costringere un dipendente a straordinari non pagati – per esigenze produttive – non è una bella cosa! Ma diciamoci la verità: se sei un leader allora ti sarà capitato almeno una volta nella vita di dover annunciare questa spiacevole notizia. A questo proposito, ricorda che il rispetto bilaterale è un concetto inderogabile e come tale, non può far altro che condizionare in modo positivo la buona riuscita delle attività lavorative.

4. Festeggia i successi

La chiave per avere un team motivato e stabile è sempre la stessa: festeggiare i successi, che si tratti di un riconoscimento personale o di un traguardo importante raggiunto dall’intera squadra. In altre parole, un buon leader deve essere capace di riconoscere questi momenti, ma soprattutto di celebrarli, al fine di creare un ambiente di lavoro positivo e stimolante.

5. Non spettegolare o criticare

Un dirigente che partecipa ai pettegolezzi in ufficio è anzitutto una persona che manca di professionalità. Tieni bene a mente che questo tipo di comportamento non solo indebolisce la tua posizione da leader, ma nel tempo finirà per rendere i dipendenti timorosi di diventare il tuo prossimo obiettivo.

6. Predica con gli esempi

In ultimo, sappi che non c’è cosa peggiore di un capo che predica bene e razzola male. Dare il buon esempio è essenziale, specialmente perchè sei il leader e hai una certa influenza sui tuoi dipendenti. Se per la tua azienda hai stabilito un certo standard di abbigliamento, devi essere il primo a rispettarlo o se desideri che i membri del tuo team siano puntuali, devi essere il primo ad arrivare in ufficio. Dopotutto “… chi guida deve comportarsi meglio degli altri, altrimenti perde ogni autorevolezza”, recitava Dacia Maraini.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.